Lettera a J-Ax

Caro J-Ax,

è un Looser che ti scrive. Ho 33 anni. Sono un ragazzo omosessuale, da qualche mese scrivo un blog. Le mie idee possono essere condivise, altre volte no. Dicono di me che non sono allineato. Altri sostengono che io sia un "fake". Non importa: scrivo quello che penso, quello che ho bisogno di buttare fuori.

Tu vieni dalla strada, quella strada che a me è mancata, perché non avevo le palle per difendermi. Una strada che ho cercato di notte, quando dimenticavo di non essere solo.

Questa notte, nella mia stanza, sento il bisogno di scrivere a te. Per la centesima volta ho rivisto la scena di Suor Cristina che dice: “Io scelgo J-Ax!” e tu che gridi di gioia. Forse perché poco prima avevo letto che non sei credente, ma nella mente ho avuto un flash, come se, al posto di Suor Cristina, sul palco, ci fosse Dio.

Tu non ci credi, io sì, e spero tu possa considerarmi comunque uno “zio”. Lo sento forte: credo che Dio da sempre ha detto: “Io scelgo J-Ax!”. Sono convinto che quel subbuglio che senti quando canta suor Cristina, la gioia, le lacrime, sono la prova che Dio vuole far parte della tua squadra.

No Alessandro, non ti voglio fare predicozzi, mi sa che non ti piacciono e poi sei già in buone mani. Volevo solo condividere con te questo pensiero: se J-Ax è così contento perché una sorella con una voce strepitosa l’ha scelto, quanto sarà contento di sapere che, cacchio, l’ha scelto il Superiore in persona, il Coach dei Looser per eccellenza!

Non ti parla un perfetto, non ho nulla da insegnare, anzi probabilmente avrei molto da imparare da te, sul senso dell’onore, sulla forza di volontà, sull’essere uomo. Su Dio però difficilmente mi sbaglio perché il suo amore lo conosco, mi dà la forza di rimettermi in piedi ogni volta che faccio qualche cazzata e ne ho fatte tante. Conosco la reazione fisica delle persone che lo percepiscono. Sei già sintonizzato fidati. Resta in ascolto!

Ti saluto! Non ti do un abbraccio, ma te ne chiedo uno!

Con tanto affetto!

Eliseo del Deserto

Commenti

  1. È proprio quello che ho pensato anch'io. Spero tanto che J-Ax lo legga! Inconfondibili quelle lacrime. Anche io le conosco. Comincia sempre così. J-Ax si prenderà una scuffia per Gesù. Lo spero tanto per lui. Come la presi io più o meno 13 anni fa.... e ancora dura!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Ecco perché ringrazio Joseph Nicolosi

Seconda Lettera a Papa Francesco - Mittente: Eliseo del Deserto

Bordelli omosessuali al bando