Gayromeo: una macelleria per cannibali!

Una macelleria. Quasi 90.000 contatti in tutto il mondo e 11.000 solo nella capitale. Tutti omosessuali, il 90% in cerca di sesso. Questo è il social network più famoso per incontri tra uomini: Gayromeo o Planetromeo.

La maggiorparte dei contatti mette come foto principale del profilo una parte della propria merce: coscie e petto vanno per la maggiore, qualcuno si degna di mettere il proprio viso, o una porzione di esso. Poi compare accanto alla foto lo slogan, che come uno spot promozionale dovrebbe, in pochissime parole, far scoccare la scintilla dell’interesse.

La possibilità di fare degli incontri è bassissima; la cosa incredibile è che sono pochissimi quelli che cercano amicizia o una relazione d’amore e tra quelli che dichiarano di desiderarla una grossa percentuale sta mentendo (è più "facile" trovare sesso con la scusa dell'amore che dichiarandolo spudoratamente); ancora più strano è che quando si tratta di concretizzare l’incontro gli utenti spesso spariscono.

Quasi tutti hanno delle fisse sessuali ben precise. Si ricercano in modo particolare quelle caratteristiche feticistiche che simboleggiano la mascolinità. La conoscenza tra i cannibali sembra un provino per Miss Italia: altezza, peso, misure… Lo scambio del numero di cellulare sancisce l'incontro dal vivo…

In tre anni e più di social network gli incontri reali sono stati rarissimi, nonostante io sia un bel ragazzo; il più delle volte non ho trovato quello che pensavo di trovare. Solo una volta ho creduto di essermi innamorato, ma poi mi sono reso conto che la persona con la quale ero stato a letto, non sapeva nulla di me, dei miei sogni, delle mie lotte, della mia fede, dei miei amici, eppure pretendeva da me un cuore che non potevo dargli. Il sesso così aveva realizzato il taglio delle carni promesso.

Mostrata sulla rete la mercanzia e tagliato a pezzi, inaspettatamente quello che non riuscivo mai ad offrire era il mio cuore.

Commenti

  1. sai qual è il tuo problema?! che sei convinto di essere omosessuale! hai mai provato a stare con una ragazza,a vedere l'amore disinteressato che da?! uomini e donne sono come pezzi di un puzzle:si completano a vicenda... gli uomini hanno le stesse idee,tutti!...ma le donne,le donne no: le donne sono diverse e si incastrano perfettamente, non hanno bisogno di sesso per amare e ti sanno capire perchè in loro c'è quell'istinto di madre che non muore mai anche se non è mai vissuto in loro... hai mai creduto che la tua omossessualità sia solo una prigione mentale dove tu ti sei rifugiato a causa di un qualche trauma dovuto ad amicizie o ad un genitore (o entrambi) severo o poco amorevole?! ...il bisogno di sentirsi diversi da coloro che ti hanno fatto del male spesso porta anche a questo: tu sei omosessuale perchè inconsciamente ti vuoi distinguere da quella gente eterosessuale che ti ha fatto del male!

    prova a liberarti dalla prigione mentale che hai: hai detto che sei cattolico, ecco, Dio è la chiave per uscire, non ti rimane altro che aprire la porta,non ti costa niente... certo,ti capisco,capisco che hai paura di uscire fuori di nuovo in quel mondo che ti ha solo maltrattato, ma devi farlo!

    tu sei un ragazzo che sa principalmente amare ma che non ha trovato nessuno a cui dare il proprio affetto, quindi, per amor tuo prova a donarlo ad una donna, lei saprà ricambiarlo...

    tu lo sai:gli uomini sono bastardi,cattivi e fanno soffrire... lì fuori infatti ci sono tante brave ragazze sole che ti aspettano, che aspettano l'uomo dolce e sensibile che sei per essere felici e per farti felice!
    ci sono lì fuori donne spesso emarginate,magari perchè grasse,timide o che non sanno far vedere la propria bellezza, queste donne sono tesori nascosti che non troverai mai in nessun uomo, sappilo!

    questo è un consiglio che ti ho dato più che da impiccione anonimo,da fratello! io non pretendo che tu mi ascolti o che ti fida di me, ma sarei contento se prendessi a cuore questo mio consiglio e ci pensassi un po su,anche tacitamente... un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Anche io non amo siti come questo (da iscritto cercavo l'amore ma ero una "minoranza"!). Purtroppo spesso è l'unico mezzo per entrare in contatto con persone come te. La ricerca è dura ma ogni tanto capita di trovare la persona giusta.
    Vero è che se non ci fosse il rischio di essere "linciati" potremmo (come tutti) conoscere tranquillamente qualcuno per strada o al supermercato semplicemente con un sorriso o una battuta.
    Anche questo è un limite che la nostra "cultura tollerante" ci impone.

    RispondiElimina
  3. Ma perchè non lo fai tu un sito gay per gay seri invece di lamentarti?

    RispondiElimina
  4. Sarebbe una buona idea ... anche se credo che la sua è più una critica riflessiva che ci fa meditare,dovrebbe portare a migliorare la nostra dignità di uomini poiché questa situazione è comune anche fra gli etero.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Ecco perché ringrazio Joseph Nicolosi

Sono destinato a non amare?

Il Papa, le guerre mondiali e il gender di Dio.